Search by location
Search by foreclosure
Search by characteristics
Search by foreclosure
Search by characteristics
Search by foreclosure

Chi siamo

Presentazione Azienda

Astalegale.net SpA è società leader in Italia nel settore della pubblicità legale, nell’informatizzazione delle procedure esecutive e concorsuali e nella realizzazione del Processo Civile Telematico rivestendo sia il ruolo di Portale internet autorizzato sia di “Punto d’Accesso” iscritto nell’elenco ministeriale.

Autonomia

I tre titolari, persone fisiche, assommando competenze in campo finanziario, contabile-amministrativo ed informatico, assicurano la più totale autonomia rispetto alle compravendite derivanti dalle aste e assoluta terzietà operativa nei riguardi di tutti gli attori coinvolti.

Assetto societario e struttura organizzativa

La società dispone di un capitale sociale interamente versato di 1.000.000 di euro, esclusivamente costituito da apporti di denaro – secondo lo spirito delle specifiche disposizioni normative recate dal DM 31 ottobre 2006 – senza ricorso ad artifici contabili quali rivalutazione di marchi, conferimenti di software valorizzati secondo perizie di parte e altre soluzioni tese ad aggirare la sostanza del provvedimento ministeriale.

Il fatturato di oltre 30 milioni di euro nel 2014 colloca Astalegale.net al vertice del settore, con più di 80 Tribunali assistiti, distribuiti su tutto il territorio nazionale.

La società è presente in tutta la penisola e dispone delle seguenti sedi operative:

  • Lombardia, sede di Carate Brianza, Piazza Risorgimento, 1;
  • Umbria, sede di Ponte Felcino (Perugia), Strada Tiberina Nord snc;
  • Salerno; Padova e Vicenza con partner locali;
  • punti operativi con personale dedicato presso i Tribunali di Roma, Monza, Torino, Firenze, Prato, Padova, Vicenza, Treviso, Biella, Aosta, La Spezia, Busto Arsizio, Sondrio, Cremona, Lodi, Lecco, Perugia, Macerata, Barcellona Pozzo di Gotto, Messina, Urbino, Fermo, Lucca, Pesaro, Rovigo, Viterbo, Ascoli Piceno, Campobasso, Brindisi, Palermo, Patti ed Enna.

Astalegale.net SpA ha un organico composto da circa 160 dipendenti di cui oltre 100 dislocati presso i Tribunali e 55 presso le sedi operative, tra cui legali e ingegneri informatici in grado di sviluppare appositi applicativi gestionali sia per i Tribunali sia per i Professionisti.

Astalegale.net detiene una partecipazione di controllo nell’Istituto Vendite Giudiziarie delle Marche, che opera nel circondario dei Tribunali di Ancona – Ascoli Piceno – Fermo – Macerata – Pesaro – Urbino.

Certificazioni

  • Portale www.astalegale.net, abilitato alla pubblicazione su scala nazionale degli avvisi di vendita con provvedimento emesso in data 28 ottobre 2009 dal Direttore Generale del Dipartimento per gli Affari di Giustizia e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 18 novembre 2009;
  • Certificazione di qualità ISO 9001 per i processi di pubblicazione degli annunci delle aste e di produzione di software;
  • Certificazione ISO 27001 relativa al sistema di gestione per la sicurezza delle informazioni (unica società tra quelle iscritte nell’elenco ministeriale per la pubblicità delle aste), norma internazionale che fornisce i requisiti che devono essere soddisfatti da un Sistema di Gestione della Sicurezza nelle tecnologie dell’informazione (SGSI). Lo Standard ISO 27001 fa parte della famiglia 27000 che comprende svariati altri documenti ai quali l’azienda deve fare riferimento per costruire un Sistema di Gestione della Sicurezza delle informazioni che possa essere certificato da un ente accreditato indipendente. In sintesi l’azienda che soddisfa i requisiti dello standard ISO 27001 tiene conto delle potenziali vulnerabilità esistenti e definisce le corrispondenti contromisure preventive volte a limitare l’impatto sui propri utenti.
    Il mantenimento della certificazione ISO 27001 prevede severe e frequenti ispezioni da parte dell’ente certificatore tese a verificare la sussistenza degli elevati standard qualitativi previsti dalla normativa. Astalegale è l’unica società presente nell’elenco ministeriale fra le società accreditate per la gestione della pubblicità legale ad aver conseguito la certificazione ISO 27001 (peraltro presente in pochissime software house italiane);
  • Punto di Accesso (PDA) del Processo Civile Telematico, giusta Decreto del Ministero della Giustizia in data 1° ottobre 2014 a firma del Direttore Generale della DGSIA. Astalegale.net SpA è unica tra le società iscritte nell’albo ministeriale dei portali per la pubblicità delle aste ha ottenuto da parte del Ministero della Giustizia questo importantissimo riconoscimento che rende la società controparte istituzionale nella effettiva gestione del Processo Civile Telematico (PCT), progetto in cui si è impegnati già da tempo con assistenza e formazione fornite sia ai Tribunali che ai professionisti. Come noto, il PDA è lo snodo tecnologico istituzionale previsto dall’architettura informatica del Processo Civile Telematico attraverso il quale i soggetti abilitati esterni che a vario titolo interagiscono con il Tribunale possono consultare in via telematica i registri informatizzati di cancelleria nonché provvedere a veicolare i pagamenti telematici delle spese di giustizia. In sostanza, il punto d’accesso è delegato ad identificare i soggetti abilitati esterni che accedono al sistema informatico della Giustizia, garantendo che lo scambio telematico avvenga in modo tecnicamente sicuro e legalmente verificabile nel tempo.

L’iscrizione nell’elenco pubblico avviene previa una serie di ispezioni e verifiche da parte del Ministero della Giustizia per l’accertamento dei previsti requisiti tecnici, patrimoniali e di onorabilità degli amministratori, brevemente riassunti di seguito:

  • capitale sociale interamente versato non inferiore a 1.000.000 di euro;
  • garanzia di adeguata qualità dei servizi e dei processi informatici, sicurezza dei locali e delle procedure amministrative del sistema, sotto stretta e continuativa vigilanza dello stesso Ministero di Giustizia;
  • adozione del manuale operativo e del Piano della sicurezza informatica approvati dallo stesso Ministero;
  • impegno alla conservazione a valore legale per almeno 5 anni di tutti i LOG di sistema attestanti le operazioni compiute da qualunque utente esterno.

Una volta ottenuta l’iscrizione le società autorizzate PDA restano sotto la vigilanza del Ministero della Giustizia, che può in qualsiasi momento e senza preavviso effettuare ispezioni e controlli relativi al costante mantenimento dei requisiti previsti. L’assunzione da parte della nostra società del ruolo di PDA rappresenta nei confronti di tutti gli operatori della Giustizia un’ulteriore e significativa garanzia anche nell’esercizio della consueta attività di pubblicità legale, nel corso della quale i Portali vengono del pari chiamati a gestire dati sensibili. Ciò in quanto sia la procedura autorizzativa sia l’attività di Vigilanza previste dalla normativa per il PDA sono estremamente più complesse e impegnative di quelle richieste per la semplice iscrizione delle società di gestione dei Portali internet.

A questo ultimo proposito non occorre sottolineare quanto la delicatezza del trattamento dei dati “sensibili” sia sempre più enfatizzata dalla crescente integrazione delle cancellerie con il personale di società di gestione della pubblicità legale per la digitalizzazione dei fascicoli.

Attività societarie e curriculum

Pubblicità legale delle aste:

Astalegale pubblicizza su internet una media annua di 120.000 annunci con circa 80.000 aste quotidianamente attive nei propri portali (per un totale di circa 400.000 visite mensili e circa 4.000.000 di pagine visitate ogni mese).
Inoltre, la società gestisce oltre 4.000 pagine di siti di Tribunali e dispone di 15 server con oltre 3 Terabyte di dati. Gli applicativi, all’interno dei quali sono registrati oltre 38.000 utenti, trasmettono automaticamente circa 1.400.000 mails/anno. Nei portali sono iscritti oltre 24.000 utenti. Nella server farm sono archiviati oltre 1.500.000 documenti in pdf.

Servizi per la diffusione del PCT:

  • data entry e scansione documentale per il SIECIC per l’informatizzazione dei Registri di Cancelleria. Dapprima come partner tecnologico e operativo del progetto ministeriale “Processo Civile Telematico” (PCT) nei 14 Tribunali pilota del Centro Nord: Milano, Verona, Firenze, Genova, Torino, Brescia, Monza, Prato, Padova Roma ecc., sviluppando in tal modo una conoscenza analitica dell’applicativo ministeriale SIECIC. Successivamente su richiesta diretta di numerosi altri Tribunali (tra i quali Alba, Aosta, Ascoli Piceno, Arezzo, Barcellona Pozzo di Gotto, Bassano del Grappa, Biella, Bolzano, Brindisi, Busto Arsizio, Camerino, Campobasso, Fano, Fermo, Ivrea, La Spezia, Lecco, Lodi, Lucca, Macerata, Perugia, Pesaro, Rovigo, Saluzzo, Sanremo, Savona, Sondrio, Trento, Urbino, Verona, Vicenza, Viterbo, ecc.);
  • Servizio “Sportello PCT” per il supporto dell’avvio del Processo Civile Telematico (PCT), rivolto sia al personale del Tribunale (Magistrati e Cancellieri) sia agli utenti esterni (Avvocati, Curatori, CTU, ecc.);
  • Punto d’Accesso per il Processo civile telematico (PCT);
  • Offerta del software GenIUS, redattore atti per il Processo Civile Telematico.

Offerta di software per i Tribunali e i professionisti:

  • Concessionaria su tutto il territorio nazionale di Fallco Fallimenti Web, prodotto da Zucchetti Software Giuridico;
  • realizzazione di siti istituzionali di oltre 80 fra Tribunali, Corti d’appello e Procure, creando appositi applicativi di specifica utilità per gli Uffici, tra i quali quello per la gestione telematica della procedura per gli esami da avvocato per varie Corti d’Appello e quello per l’adozione internazionale dei bambini in uso dai Tribunali dei Minorenni di Napoli e di Bologna;
  • realizzazione della piattaforma di aste online adottata dall’AGENZIA DEL DEMANIO per il progetto di dismissione del patrimonio pubblico;
  • revisione delle anagrafiche distrettuali presso i distretti della Corte d’Appello di Milano, Torino, Firenze e ad attualmente in corso presso i Tribunali di Perugia e di Lecco, previa richiesta dei Presidenti dei rispettivi Tribunali interessati e l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni pubbliche per operare a livello distrettuale direttamente dal database Oracle del sistema giustizia;
  • Collaborazione con Deloitte Consulting per la realizzazione del sito internet della Vicepresidenza del Consiglio Superiore della Magistratura e dell’area di back office per la completa gestione in autonomia dei contenuti;
  • Collaborazione con Ernst & Young svolto presso il Tribunale e della Procura dei Minorenni di Napoli nell’ambito del progetto Best Practices degli Uffici Giudiziari, per la realizzazione di un apposito applicativo per la gestione online delle pratiche di adozione internazionale e nazionale;
  • implementazione della piattaforma per la richiesta dei certificati online del Tribunale e della Procura di Lecco;
  • Collaborazione con PriceWaterHouse nell’ambito del progetto Best Practices degli Uffici Giudiziari per la realizzazione dei siti internet della Procura di Macerata e del Tribunale e della Procura di Rovereto, nell’ambito del progetto Best Practices degli Uffici Giudiziari;
  • Collaborazione con lo Studio Lattanzio e Associati nell’ambito del progetto Best Practices degli Uffici Giudiziari per la realizzazione dei siti internet dei Tribunali di Bolzano, Cremona e di Castrovillari della Procure di Catanzaro e di Palmi;
  • Collaborazione con l’Università LUISS nell’ambito del progetto Best Practices degli Uffici Giudiziari per la realizzazione del sito internet della Corte d’Appello di Bolzano;
  • Collaborazione con Fondazione IRSO per la realizzazione del sito internet del Tribunale e della Procura di Monza e lo sviluppo delle piattaforme online per le istanze della volontaria giurisdizione e amministrazioni di sostegno;
  • Collaborazione con C.O.Gruppo s.r.l. nell’ambito del progetto Best Practices degli Uffici Giudiziari per la realizzazione di un apposito applicativo per la prenotazione online degli atti e dei fascicoli ad uso copia o visura da parte dei professionisti per il Tribunale di Torino.

I vantaggi di scegliere Astalegale.net

A differenza delle società concorrenti che si caratterizzano per una natura essenzialmente editoriale, Astalegale.net è anche una vera software house in grado di sviluppare appositi applicativi gestionali sia per i Tribunali sia per i Professionisti.

I software prodotti da Astalegale.net sono stati spesso presentati al Salone della Giustizia (Rimini 2010 piattaforma asteonline; Roma 2011 piattaforma per la gestione degli esami da avvocato; Roma 2012 piattaforma per la gestione delle adozioni) e in vari eventi collegati con le “best practices” (Regione Lombardia software tracking volontaria giurisdizione, Regione Campania Software adozione nazionale e internazionale minorenni) quali punti di riferimento nella costruzione di gestionali per la pubblica amministrazione.

Orientare la scelta su Astalegale.net SpA significa quindi per i Tribunali non solo scegliere un gestore della pubblicità delle vendite immobiliari, ma anche dotarsi di un partner specializzato nell’erogazione di servizi tecnologici in grado di supportare l’informatizzazione del Tribunale e dei Professionisti.

Astalegale.net offre infine un concreto supporto finanziario alle procedure esecutive e concorsuali facendosi carico di anticipare i costi della pubblicità sulla carta stampata, che come noto rappresenta oltre il 90% della spesa pubblicitaria a carico delle procedure.